+39 081.123.4567 segreteria@biologia.dip.unina.it

Menu
  • it
Post laurea

Laurea Triennale in Scienze e Tecnologie per la Natura e per l’Ambiente  

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Gli sbocchi occupazionali e professionali del laureato in Scienze per la Natura e per l’Ambiente si collocano in differenti ambiti quali:

  • enti responsabili della pianificazione e gestione delle risorse naturali (Ministero per le Politiche Agricole, Ministero dell’Ambiente, omonimi assessorati regionali, provinciali e comunali, Assessorati Provinciali alla Caccia e Pesca, Aziende Regionali delle Foreste, Comunità Montane, ecc.);
  • enti di gestione del patrimonio naturalistico e culturale(Parchi Nazionali e Regionali, Riserve Naturali, Aree protette, Oasi, Soprintendenze per i beni architettonici e per il paesaggio e per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico e strutture correlate, ecc.);
  • strutture pubbliche socio-sanitarie (Servizi tecnici territoriali, ASL, Istituti Zooprofilattici, , ecc.);
  • strutture per il biomonitoraggio pubbliche e private (ARPA, APAT, laboratori per il controllo della qualità ambientale, ecc.);
  • studi professionali privati impegnati nelle ricerche relative all’analisi e alla valutazione delle risorse naturali, alla valutazione dell’impatto ambientale, nell’elaborazione di strumenti di pianificazione territoriale, in interventi di recupero e risanamento ambientale, di interventi per il risparmio energetico e per la consulenza civile sull’introduzione di energie alternative;
  • l’organizzazione e il coordinamento di sezioni di laboratori di monitoraggio ambientale, di interventi di bonifica di siti contaminati;
  • di formulazione di protocolli per la certificazione ambientale e di qualità, per il controllo dello smaltimento e trattamento degli RSU, degli effluenti liquidi urbani e industriali e dei rifiuti speciali e tossici, per la preparazione di sistemi multimediali per la comunicazione e l’informazione ambientale;
  • nel campo della ricerca scientifica, il laureato in Scienze Naturali e Scienze e Tecnologie per l’Ambiente può avere accesso ai laboratori universitari e del CNR e, con diverse mansioni, ai Musei di Storia Naturale, alle Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio e per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico,agli Orti Botanici ed agli Erbari;
  • nel campo della formazione e della divulgazione scientifica.