+39 081.123.4567 segreteria@biologia.dip.unina.it

Menu
Tools (guide) per la didattica

Tools (guide) per la didattica

Di In Non categorizzato Il 12 Luglio 2020


Tools (guide) per la didattica

 

Strumenti innovativi per la didattica

 

Le tecnologie ci offrono molteplici opportunità per svolgere le nostre attività didattiche in modo articolato e funzionalead una varietà di necessità.

Farne un uso consapevole e finalizzato consente di superare alcune dicotomie fuorvianti (didattica a distanza/didattica in presenza; modalità di lavoro asincrono/modalità di lavoro sincrono; Mooc versus piattaforme di lavoro interattive) arricchendo ed implementando il nostro repertorio di strumenti didattici.

Il nostro Ateneo ci mette a disposizione una serie di risorse che è possibile utilizzare in modo integrato all’interno di un progetto didattico efficace ed inclusivo.

  1. La suite di Microsoft 365, che contiene Teams, utile per realizzare una serie di attività in modalità sincrona ed asincrona: riunioni, seminari, lezioni (in modalità streaming).
  2. Moodle, che consente di creare aule virtuali all’interno delle quali condividere materiale didattico, proporre attività individuali e di gruppo, somministrare quiz.
  3. Corsi in podcast fruibili attraverso diversi dispositivi (tablet, smartphone, pc) sulla piattaforma Federica
  4. Moocs attraverso il lavoro del Centro di Ateneo Federica e-learning sulla piattaforma Federica eu che consentono di realizzare corsi articolati in lezioni fruibili in modalità asincrona ad ampia diffusione.
  5. Esol, che consente di somministrare test e sondaggi e di elaborarne gli esiti.

Una metodologia didattica che negli ultimi anni si sta diffondendo, rappresentato dal coinvolgimento degli studenti all’interazione con i docenti, è il flip teaching.

Mel modello di didattica flipped il primo momento di apprendimento da parte dello studente consiste nell’apprendimento autonomo, ovviamente guidato dal docente, il quale provvede a fornire materiale, dove l’ausilio di strumenti multimediali risulta particolarmente efficace e produttivo. Il secondo momento prevede che le ore di lezione in aula vengano utilizzate dall’insegnante per svolgere una didattica personalizzata fortemente orientata alla messa in pratica e alla riflessione partecipata delle cognizioni precedentemente apprese, dove la collaborazione e la cooperazione degli studenti sono aspetti che assumono centralità.

Gli studenti porteranno in aula domande, riflessioni, questioni aperte che saranno discusse ed approfondite con il docente.

In questa prospettiva l’utilizzo delle lezioni in Podcast e/o dei corsi MOOC può essere funzionale in quanto gli studenti possono facilmente accedere al materiale di studio.

In questo modo si usano materiali fruibili in modalità asincrona a supporto di attività didattica in modalità sincrona in aula.

Le attività di approfondimento realizzate in aula con il docente possono prevedere la presenza di studenti in sede o collegati da remoto all’interno di uno spazio interattivo virtuale costruito utilizzando Moodle o Teams e possono eventualmente essere videoregistrate e messe a disposizione degli studenti in modalità asincrona.

Gli studenti possono consultare materiali di approfondimento, continuare a lavorare in piccoli gruppi, realizzare prodotti lavorando in modalità sincrona con la supervisione del docente all’interno di un’aula virtuale residente sulla piattaforma Moodle che consente di mantenere una relazione di continuità con gli studenti negli intervalli tra le lezioni in aula e di costituire uno spazio di condivisione e di interazione tra gli studenti oltre l’aula universitaria.

Incontri individuali con gli studenti anche per la correzione del lavoro di tesi potranno essere svolti sulla piattaforma Teams sulla quale potranno anche essere svolti eventualmente anche esami in modalità a distanza.

Esami in forma scritta, test e sondaggi potranno essere somministrati agli studenti attraverso la piattaforma ESOL.

 

Webinar e ppt a cura del progetto F.E.D.E.R.I.C.O di Ateneo: