+39 081.123.4567 segreteria@biologia.dip.unina.it

Menu
PhD Day premio EdiSES 2017

PhD Day premio EdiSES 2017

Di In News Il 11 luglio 2017


Questo è il resoconto del Ph Day svoltosi il 6 Luglio presso il Dipartimento di Biologia.

Si tratta della cerimonia di premiazione delle tre migliori Tesi di Dottorato di ricerca della scuola di Biologia. Un evento nato nel 2014 dalla collaborazione tra il Dipartimento di Biologia Federico II e la Casa editrice EdiSES.
Quest’anno sono state premiate le dott.sse: Susanna Ambrosio, Maria Buglione e Daniela De Girolamo.

Sono intervenuti (nella foto da sinistra verso destra): prof. Salvatore Cozzolino, prof. Piero Salatino, prof.ssa Barbara Majello, dott.sse Susanna Ambrosio, Daniela De Girolamo, Maria Buglione, ing. Fabrizio Crisafulli, prof. Enrico Avvedimento, prof. Luciano Gaudio.

 

 

Stamattina Giovedì 6 luglio 2017 alle 11, in una affollata Sala del Consiglio del Dipartimento di Biologia di Monte Sant’Angelo, si è tenuta la cerimonia conclusiva del Premio di Dottorato EdiSES: l’iniziativa che coinvolge, dal 2014, il Dipartimento di Biologia e la casa Editrice EdiSES.

Attraverso una convenzione tra le due realtà, anche quest’anno sono state premiate le migliori tesi di tre dottorati appartenenti alla Scuola di Dottorato in Biologia.

Il PhD Day è stato aperto dalla Coordinatrice dell’evento, la prof.ssa Barbara Majello, che ha descritto lo svolgimento della giornata e la successione in cui si sarebbero avvicendati gli interventi, e subito dopo aver ringraziato il prof. Luciano Gaudio, suo predecessore nell’organizzazione dell’evento, ha passato la parola al responsabile dell’EdiSES. L’Ingegnere Fabrizio Crisafulli ha confermato il proseguimento dell’impegno assunto da qualche anno della casa editrice, sia nella collaborazione con la Scuola di Dottorato in Biologia per questo evento anche per gli anni futuri, ed anche l’offerta di tirocini remunerati presso la EdiSES, per alcuni dei dottori di ricerca.

E’ stata la volta poi del prof. Piero Salatino, Presidente della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base, il quale dopo un breve resoconto sull’importanza della figura del Dottore di Ricerca, ha esortato l’attenzione dell’uditorio ad uno sforzo maggiore di comunicazione, affinchè possa migliorare la percezione all’esterno del mondo universitario dell’attuale offerta formativa dei corsi di laurea forse ancora non ben veicolata, in tanti ancora ignorano la vasta gamma delle possibili figure professionali create oggi dalla Federico II.

Poi ha preso la parola il prof. Enrico Avvedimento e prima del suo seminario dal titolo “Epigenetic Evolution of genes: Mechanism(s) and consequence(s)”, ha voluto spendere alcune parole sulla fiducia e la speranza che a suo modo di vedere bisogna avere sul futuro della ricerca in Italia. Avvedimento ha ricordato come le statistiche europee attestano la ricerca scientifica Italiana al terzo posto nella classifica di citazioni sulla bibliografia scientifica per Euro investito, sottolineando come il problema della ricerca italiana non riguardi la qualità dei ricercatori, ma la quantità di risorse economiche investite, ancora troppo insufficienti.

Al termine dell’interessantissima lectio magistralis del professore Avvedimento, le tre vincitrici del Premio EdiSES 2017 hanno presentato le relazioni del loro lavoro di tesi:

  • Buglione Maria: “Studio sulla nicchia ecologica di lepre italica (Lepus corsicanus)”
  • Susanna Ambrosio: “MYC proteins in human cancer: epigenetic changes and molecular targeting”
  • Daniela Di Girolamo: “Local control of TH action in cancer growth and stemness”.

Dopo la premiazione e le foto di rito, ha ripreso la parola la prof.ssa Majello per i complimenti alle premiate, ha ringraziato tutti i presenti dando appuntamento all’edizione del prossimo anno.

Le conclusioni sono spettate al Vice Direttore del Dipartimento di Biologia, il prof. Salvatore Cozzolino, che si è detto felice della collaborazione con la casa editrice, sottolineando il fondamentale ruolo ricoperto dalla editoria scientifica specializzata, in quanto non potrebbe esistere alcuna importante scoperta scientifica senza una valida divulgazione scientifica.

Umberto Laperuta